Commento The Originals 3x20 - Where Nothing Stays Buried

16:32:00

Bentornati al nostro commento settimanale di The Originals!!

La situazione si fa grave…

Non pensavo che lo avrei mai detto ma Il Trono di Spade mi sta dando più gioie di The Originals,


quindi direi che è ora di dichiarare lo stato di allerta nazionale.

Siamo alla 3x20 e tutto sta esplodendo, se andiamo di questo passo alla 3x22 non so se aspettarmi una replica delle Nozze Rosse in diretta da Westeros o un ritorno a sorpresa di Lord Voldemort

                                                                   

E in tutto ciò io ancora non mi sono ripresa dalla 3x19

                              

Ogni volta che vedo queste scene devo smettere perché rischio di morire di disidratazione per le troppe lacrime


Ora che ho condiviso la mia disperazione (perché di totale disperazione si tratta) direi che posso confessarvi che quando si tratta di The Originals divento una masochista di prima categoria: ho sofferto e soffro ancora ma se alla sofferenza si unisce lo spettacolo di episodi così meravigliosi, allora uccidetemi pure. Questa 3x20 è stata davvero tutto.

Nella scorsa puntata abbiamo vissuto la dolcezza amara di un amore bello e puro finito nel peggiore dei modi perché, credetemi, non penso ci sia una pena più grande di due amanti separati dalla morte. L’elemento fantasy era ovviamente presente ma la situazione non poteva essere più vicino alla realtà: dover dire addio a una persona amata che sai che sta per lasciarti per un tempo indefinito è la sofferenza più umana che possa esistere e ciò ha fatto della 3x19 il trionfo dell’umanità e del sentimento in un mondo popolato da vampiri, lupi, streghe e ibridi.

In questa puntata invece c’è stato tutto in equa misura: la magia, l’azione, il sentimento.

E poi c’è stato semplicemente KLAUS.

Come sempre, andiamo per gradi.

Lucien
Ebbene sì, anche Lucien ha fatto la fine che si meritava. Uccidere Cami è stato come segnare la propria condanna a morte

                                      

Oltre le varie scazzottate tra lui, Klaus e Hayley, che mi hanno fatto incollare gli occhi allo schermo mentre ero tutta presa dall’ansia da MORSO-LETALE-IN-AGGUATO, le frasi pronunciate tra una padellata e l’altra in quel casale sperduto, sono state quelle che realmente mi hanno colpito e che mi hanno confermato la maggior parte delle cose che già pensavo su Lucien.

Lucien è il povero che cerca di conquistare la ragazza e rubarla al ricco. Il problema è che stavolta il povero non ci è riuscito perché non era povero solo di fatto ma era povero anche di cuore. The Originals in fondo è questo: una fiaba dal finale alternativo, è la fiaba in cui il confine tra buoni e cattivi si fa sempre meno visibile, è il racconto dove i buoni non sono gli eroi e i cattivi…beh, i cattivi sono quanto di più umano e spietato si possa immaginare, i cattivi non sono tali anche se in un certo senso continuano ad esserlo, i cattivi sono Klaus Mikaelson in tutto il suo essere eroe e non esserlo allo stesso tempo.

Lucien è una copia forzata di Klaus, del Klaus che non aveva più famiglia né amore né speranza. Il caro Lucien, si è voluto mettere in dei panni che non gli appartenevano e che non gli sono mai appartenuti, ha voluto essere a tutti i costi qualcosa che non è mai stato. Vi dirò di più: tutta la manfrina del ‘mi hai tolto Aurora, l’amore della mia vita’ per me è stata solo una scusa. Sì, forse tutto è cominciato da lì, da quell’amore non ricambiato ma dopo si è tramutato in una scusa per l’ossessione di volersi appropriare di un’identità che non era la sua.

Come lui, anche Aurora e Tristan hanno passato anni a pensare di essere qualcun altro ma ciò non li ha tramutati in esseri OSSESSIONATI dal voler essere qualcun altro


Ho detto che Lucien è una copia del Klaus nella sua fase più oscura: beh, lasciatemi spiegare meglio.

Lucien ha chiamato Klaus contemporaneamente Re e  tiranno ed è vero.

Come conseguenza delle atrocità che ha ricevuto nella sua vita, Klaus si è trasformato nel mostro che Mikael gli ha sempre detto di essere, nel figlio bastardo, rifiutato dalla sua famiglia, che si sente autorizzato a compiere atti terribili per via di quello che ha passato, dominato dalla paura di apparire debole, dalla paranoia, dal terrore dell’abbandono e del tradimento. Eppure, nonostante questo, nonostante Mikael, Esther e tutto il resto, la sua luce, pur se affievolita, non è mai scomparsa, come Cami ci ha ricordato. Klaus è sempre stato un Re perché come un re, pur se con metodi discutibili (e a volte da vero ibrido fuori controllo), ha sempre cercato di proteggere le persone attorno a lui, di proteggere il suo “popolo” e la sua casa, in un modo o nell’altro, come aveva detto anche Elijah nella seconda stagione.
In fondo, era stato proprio lui a costruire un ambiente di pace tra umani ed esseri soprannaturali a New Orleans qualche secolo fa.

Persino nei suoi momenti più oscuri, persino a TVD, Klaus da una parte utilizzava le persone per arrivare ai propri scopi e dall’altra era quello che combatteva fino all’ultimo respiro per proteggere chi amava.

Per quanto piccola, la sua luce e dunque la sua identità non le ha mai perse, almeno non totalmente.

Sei stato un buon villain Lucien  e ti sei difeso bene ma rispetto a Klaus mi rimani sempre PORACCIO.

                                                                          

In Lucien, la disperazione e l’ossessione di non essere mai all’altezza lo hanno portato a perdersi completamente e a voler rivestire i panni di qualcun altro. La conquista di Aurora ormai non era che un modo per poter dire ‘sono come lui, se non meglio’. Lucien voleva eliminare Klaus per poter prendere il suo posto ed essere il Re che non è mai stato e che mai avrebbe potuto essere proprio per l’identità che aveva perso. Lucien ormai non era più Lucien da tanto tempo e non era nemmeno Klaus, la vendetta e l’ossessione lo hanno infine portato a essere niente

                         

Scimmiottare un re non è abbastanza per esserlo, bisogna averne il cuore (per quanto esso possa essere danneggiato) e soprattutto le capacità, che a Lucien mancavano totalmente.

Come ha detto Klaus, anche se l’effetto della compulsione di Elijah era svanito da tempo, Lucien ha continuato a vivere nella sua ombra forzando su di lui un’identità che non era la sua.

Nemmeno fare inginocchiare Klaus è bastato. Un re, anche se in ginocchio, rimane sempre tale, avrà sempre le sue capacità e coloro che ha protetto dalla sua parte. Senza quel potere che si era costruito artificialmente, di Lucien non è rimasto nulla, nessuna famiglia, nessuna dignità, è stato sconfitto.

Ciao, ciao Lucien. Mi mancherai un po’ ma te lo sei meritato


 Eijah & Freya
Questi due sono una forza della natura e mi fomentano troppo. Sono fra i fratelli quelli che forse si assomigliano di più: non hanno perso la loro umanità ma sono entrambi pericolosi e pronti a sacrificare tutto in virtù di quel ‘Family above all’ che, più che essere la causa della loro salvezza, è forse la causa della loro dannazione.

                                      

Si sono trovati a dover fare una scelta difficile, che è andata contro tutti i loro principi ma che è servita a salvare i loro familiari.

Ho letto qui e lì che alcuni sostengono che questa scelta sia stata giusta, altri invece no. Beh, io vi dico che in queste situazioni non esiste giusto o sbagliato.
Hanno fatto di tutto per cercare di salvare Davina, che era legata alla loro famiglia dall’affetto che Kol e Marcel nutrivano per lei ma nel momento in cui le cose sono precipitate, nell’istante in cui un attimo di troppo avrebbe potuto dare la morte al loro fratello e alla madre della loro nipotina, la scelta da fare era ovvia. Anche io avrei agito allo stesso modo, niente da criticare. Il morso di Lucien avrebbe sicuramente creato difficoltà a Klaus per non parlare di quello che avrebbe fatto a Hayley e non c’era più tempo per pensare a un’altra soluzione: salvare la strega che ha creato loro più rogne che altro invece dei loro familiari non era nemmeno da prendere in considerazione.

Detto ciò Freya e Elijah sono due Mikaelson puri, sono FIGHI a prescindere.
Elijah, anche quando se stacca na ciocca de capelli, pare che te guarda come per dirti “IO SO IO E TUTTI L’ARTRI SO LA PORACCIAGGINE”. Freya è di una potenza unica e vederla fare incantesimi mi fa fangirlare quasi come quando vedi la tua ship salpare a gonfie vele (cosa che in The Originals non accade praticamente MAI, quindi bisogna accontentarsi di Freya e le sue parole in alto ostrogoto)

          

                                                

Davina & Kol, Marcel & Davina
Veniamo al nodo centrale: la morte di Davina.
Ci hanno dato una speranza per poi strapparcela via.. l’anima di Davina è andata. Non so se hanno intenzione di recuperarla con qualche effetto speciale ma ora come ora sembra scomparsa per sempre.

Davina, oltre a infiammare costantemente il mio animo da MikaelsonSupporterforLife (perché ci ha proprio deteriorato la passera con questi continui attacchi ai fratelli del cuore), diciamo che, in generale, qualche cazzatella di troppo l’ha fatta. Insomma, ordinare uno sterminio di massa di streghe con la stessa facilità con cui ordini la pizza non è stata esattamente una grande mossa in una comunità di streghe che, anche dopo la morte, sono più vendicative di prima. Non si è comportata sempre in modo sopportabile, anzi, spesso si è montata un po’troppo la testa con quell’ atteggiamento da witch bitch che gliel’avrei spezzata io l’anima a suon di mazzate


In ogni caso, glielo riconosco. Le riconosco la grande determinazione e il fatto di aver lottato per sopravvivere in un mondo spietato, essendo allo stesso tempo solo una ragazzina.

Davina e Kol mi hanno commosso. Lei ha fatto di tutto per lui, lei ce lo ha riportato indietro (ripeto, se mi toccano Kol faccio il macello) e lui avrebbe fatto lo stesso per lei.

Adoro Kol. Adoro questo vampiro che da un momento all’altro si trasforma in un’enciclopedia di magia nera. Avrei voluto che Davina fosse vissuta solo per lui. Vederlo soffrire per essere stato il killer della persona che amava mi ha distrutta (come se Klaus e Cami non lo avessero già fatto abbastanza). A proposito BRAVISSIMO NATE. TI ADORIAMO, NON CI LASCIARE PIÚ PER FAVORE

                                                        

Adesso siamo di nuovo in balia di un Kol fuori controllo e non sappiamo che piega prenderà questa storia ma abbiamo ancora tanto da vedere perché Kol ancora non ha affrontato il percorso che i suoi fratelli hanno fatto e non sappiamo se e come lo affronterà. La morte di Davina potrebbe renderlo uno dei nemici più temibili per Klaus & co. e io sento puzza di tradimento familiare nell’aria..


Mi sono piaciute le scene tra Marcel e Davina, lei per lui è stata la figlia che lui non ha mai avuto e lui per lei il padre e la famiglia che Davina ha sempre cercato. Insieme hanno creato una famiglia a parte, qualsiasi cosa l’hanno fatta guardandosi dietro le spalle a vicenda. Davina, come una vera figlia ormai diventata grande, ha detto al vampiro che è cresciuta e che è pronta a prendersi le responsabilità delle sue azioni ma tanto Marcel è e sarà sempre pronto a intervenire in veste da supereroe per salvarla da se stessa e dagli altri, come ogni padre farebbe per tutte le volte che le figlie si mettono nei casini.

Per questo capisco Marcel e la sua reazione al tradimento di Elijah e Freya. Per lui la famiglia era Davina. Per i Mikaelson ha sempre combattuto, è vero, ma più che per affetto familiare, lo ha fatto in virtù di un’alleanza che conveniva a entrambi. Adesso i Mikaelson hanno rotto il patto, hanno sacrificato la sua famiglia per salvare la loro e quindi adesso sono proprio CAZZI SENZA ZUCCHERO, come direbbe la mia collega Marta.

Sarà quindi lui la bestia?? Marcel sarebbe il friend, foe and family?? Oppure si riferiscono a Marcel, Vincent e Kol??

In ogni caso, mi piace questa svolta narrativa, finalmente Marcel dopo 19 puntate di relativa inutilità, è tornato ad avere un senso, ci resta solo da vedere cos’ha in mente.

Cosa mi fa rodere? Marcel che dice a Klaus IL TUO NERO CUORE FREDDO. 

Cioè SPERO SCHERZI.

Mo vuoi vedere che dà tutta la colpa a Klaus, di nuovo


Piccola parentesi su Vincent
Quello che proprio non capisco è lui. È una banderuola. Un attimo prima, è lì a fare intrugli con gli antenati, un attimo dopo aiuta i Mikaelson, quello dopo ancora si schiera contro di loro. Capisco le scelte di Freya, Elijah e Marcel perché per loro è in gioco la famiglia, ma tu, Vincent, esattamente che diavolo c’entri??? 

                                             

Mo se l’è presa con Freya perché ha agito da sorella, sacrificando Davina, che era una persona buona


Mo, va bene che Davina non era cattiva ma per ordinare uno sterminio di massa non era manco sta madonna immacolata

Questo atteggiamento alla “era una santa donna, l' amavamo tutti” da parte di uno che Davina non amava manco troppomi urta proprio il sistema nervoso. Mi dispiace per la fine della streghetta ma diciamo che questa punizione da parte degli antenati, per quanto terribile, se l’è anche un po’ cercata. E lui per fare il vendicatore mascherato di Cami e Davina, decide di prendersela con i Mikaelson… ottima pensata, peccato che Cami e Davina sono morte proprio per amore di due Mikaelson quindi continuo a non cogliere la logica dello sciamano

                                                             

Poi ancora con il vizio di sperdere sto siero in giro, dando troppo potere a gente che non se lo merita, finendo per cacciare i Mikaelson e creare problemi più grandi

Chiudetelo in una cella e buttate la chiave, altro che salvare New Orleans questo la rade al suolo che KLAUS LEVATE CHE JE FAI OMBRA

Klaus (e Cami)
Mi sono riservata lui per ultimo.

Tutti, compreso Lucien, compresa me, si sarebbero aspettati un Klaus in totale VENDETTA MODE ON. Mi sarei aspettata un nuovo passo indietro da parte di Klaus e un nuovo circolo vizioso, temevo la ripetizione e invece no.

Klaus ha sempre cercato persone che potessero vedere quanto voleva e poteva essere di più rispetto a ciò che era. Con la nascita di Hope, ha ricevuto uno scopo reale per essere quel di più e in Cami ha trovato una persona, non maledetta come lui e i fratelli, disposta a restare al suo fianco per aiutarlo e pronta a beccarsi tutte le conseguenze dell’avere una relazione stretta con i Mikaelson. Cami lo ha aiutato nel suo cammino, lo ha compreso e la sua influenza, anche da morta, si è fatta sentire più che mai.

Klaus sta facendo di tutto per onorare lo scopo in nome del quale Cami ha perso la vita: stargli vicino per renderlo migliore ed essere la luce di sua figlia. Non penso che diventerà un santo da un giorno all’altro ma sicuramente cercherà di essere migliore e di non distruggere tutto ciò che incontra solo perché lui stesso è stato distrutto.

La morte di Cami, per quanto straziante, è stata uno degli elementi che ha mostrato a Klaus la via per tirare fuori quell’empatia e quella bontà, che Cami aveva visto in lui, non solo con lei ma anche con le altre persone che ama. Vedere Klaus difendere Davina perché sapeva che era una persona cara a Cami, vederlo combattere perché Kol e Hayley non sperimentino la perdita del compagno della propria vita come ha dovuto fare lui, significa vedere momenti che lo rendono IMMENSO come personaggio per la sua evoluzione.

Non è più il Klaus che, sentendosi solo, vuole che gli altri siano soli quanto lo è lui e va in giro a uccidere fidanzati e fidanzate di Rebekah e Elijah. Ora è il Klaus che, avendo sperimentato la morte della persona che avrebbe voluto al suo fianco per sempre, vuole impedire agli altri suoi cari di sperimentare lo stesso dolore, quel dolore che lo ha svuotato anche del piacere della vendetta verso Lucien, in quanto nemmeno quella potrà ridargli indietro Cami. Alla sua strategia (che non manca mai, perché effettivamente uccidere Davina non è stata una buona mossa, è stata solo una mossa disperata) si è aggiunto il suo buon cuore, che era lì da qualche parte ma che non emergeva quasi mai. Adesso almeno avremo più che solo dei momenti per apprezzarlo. Come ha detto lui stesso a Lucien ‘io non sono il cattivo in questa storia’ e infatti non lo è, a mio avviso.

Per chi diceva che Cami aveva ridotto Klaus a essere uno zerbino,

                            

 beh, lasciatevelo dire, se lo pensate non avete capito niente della serie né di Klaus.

È proprio l’umanità recuperata che lo ha reso ancora più forte di quanto già non fosse, è proprio quella che gli ha garantito persone disposte a morire per lui e non a pugnalarlo alle spalle. Siamo all'inizio di un nuovo ciclo in cui Klaus sta ricominciando a essere l’uomo che era e che voleva essere. Questo lo ha reso superiore a tutti gli altri per forza e per dignità. Ha schiacciato Lucien, umiliandolo e lo ha eliminato come se fosse niente perché quello era Lucien rispetto a lui, NIENTE. Con i suoi nemici continuerà a essere inarrestabile ma almeno adesso cercherà di meritarsi l’affetto delle persone che combattono per lui, l’affetto che Cami aveva per lui e soprattutto quello di Hope. Vedere la sua crescita è bellissimo e ancora meglio è vedere come sta diventando lentamente il re che voleva tanto essere all’inizio. 

In tutto questo c’è una nota di tristezza. Per 5 anni abbiamo sofferto con Klaus per la sua solitudine e anche se adesso ha una famiglia intorno a lui, comunque rimane lui quello a cui è stata tolta la persona scelta per essere la sua compagna di vita.

Bellissima e tristissima la scena in cui è seduto vicino alla culla di Hope, l’unica in grado di allontanarlo dal timore dei suoi demoni e di affievolire un po’ il suo dolore..

                                                   

..anche se pure lei forse un giorno crescerà e avrà il suo compagno mentre lui no, è destinato a non ricevere quel tipo di amore e trovo che questa sia una cosa tristissima. L’affetto di una figlia, di un fratello, di una compagna, sono tutti importanti e meritano di essere vissuti tutti e tre nella loro diversità. Solitamente, l’uomo o la donna amati sono quelli che rimangono al tuo fianco per il resto della vita per combattere con te, consigliarti e farti sentire amato da qualcuno al di fuori di quelli con cui condividi il sangue. Pensare che Klaus non avrà questo tipo di amore, è tremendo… è come se fosse maledetto e in qualche modo dovesse pagare per i suoi 1000 anni di colpe con la solitudine.

Klaus per me resta quello che è sempre un po’ più avanti degli altri: è il primo a capire di aver perso Marcel, è il primo che sa di non poter festeggiare per la morte di Lucien perché, perdendo Davina, non solo ha fatto torto a Cami ma si è anche riconfermata la dannazione alla quale tutti i Mikaelson sono destinati, il tutto sempre a causa di quel Family above all. È il primo ad avere paura che sia proprio la sua famiglia la ragione della sua disfatta e del trionfo dei suoi demoni, invece che della sua salvezza.

L’ho sempre adorato e l'ho amato ancora di più in questa puntata per essere stato il Klaus di sempre, che tiene alla strategia, che mena di santa ragione, che affronta la battaglia anche quando è in svantaggio di 1000 punti, che sa di avere demoni che non riposano mai ma anche per essere stato il nuovo Klaus empatico, umano, che rinuncia all’orgoglio per salvare una persona cara e che onora la morte della persona amata


È stata una stagione di crescita dove abbiamo visto Klaus affrontare (ma anche avere paura) di qualcuno veramente più forte degli Originali e ciò ci ha mostrato nuovi risvolti di questo personaggio così complicato... La guerra comunque non è ancora finita.

APPLAUSI A JOSEPH MORGAN PER AVER INTERPRETATO ALLA PERFEZIONE un Klaus in lutto, svuotato di tante cose, della possibilità di parlare con Cami, di raccontarle tutto e persino del provare piacere per la vendetta che tanto desiderava

I miei momenti top sono stati:
-          La lotta di Klaus contro Lucien a suon di pentolate: Klaus che dice a Lucien ‘eravamo amici’ solo per prendere tempo e sbatterlo contro il muro e il momento in cui Klaus gli segna il volto per poi strappargli il cuore.
-       Elijah che se stacca la ciocca de capelli con la solita eleganza e il momento in cui tira un calcio a Lucien per farlo inginocchiare di fronte a Klaus in attesa della sua esecuzione

      

-     Klaus che shippa Haylijah peggio de me.
-       Elijah e Hayley: finalmente una mezza gioia. SONO LA TENEREZZA. Hayley è inutile che facevi la parte della vedova addolorata con Klaus, lo sappiamo tutti che fregacazzi di Jackson, tu vuoi Elijone!!

              

-          Lo sguardo ferito di Klaus per Marcel che rifiuta le sue parole.
-          Freya e Klaus che temono l’arrivo dei nuovi demoni mentre sono vicino alla culla di Hope

                                          


PS: Tra una morte e l'altra quella psychobitch di Aurora è ancora viva. 

PPS: Quando avete finito di uccidere gente fate un fischio.

PPPS: Sento un ritorno di Rebekah nell'aria!!

I vostri commenti sono sempre graditissimi! Potete commentare qui sotto o su fb!

Vi ricordo che prossimamente uscirà il nostro Commento x2 alla 6x03 di Game of Thrones!!!

Alla prossima Originali,

La vostra Lucy ;)

You Might Also Like

0 commenti